Crea sito

Nadia Terranova, "ME 619753"

Photo Credit: bongo vongo via Compfight cc

 

 

Fu sporgendosi dal finestrino di una Fiat Panda bianca targata ME 619753 che mia madre venne a dirmi che potevamo rinascere.

Non sapeva cosa stesse facendo, ovviamente: gli adulti non hanno mai consapevolezza delle cose mentre accadono. Io invece lo sapevo benissimo, perché a quindici anni sai tutto prima degli altri, anche se non hai come dirlo e finisce che te lo tieni per te. Lei ne aveva trentasette, la mia età di adesso, e ne dimostrava dieci di meno. Non era stata giovane per molti anni, gli anni della separazione, della tossicodipendenza e della malattia di mio padre, gli anni della sua morte, del lutto, dell’elaborazione della vergogna e della fatica di tirar su un’adolescente ferita e arrabbiata, anni in cui aveva cercato invano di proteggermi dal mio disagio cercando parole che non aveva neanche lei.

Quella mattina non c’era più bisogno di parole. Venne a prendermi al liceo con un rossetto scuro, lo sguardo luminoso, una giacca blu alla marinara. Mi salutava ridendo dal finestrino abbassato, con una mano sul volante e i capelli appena smossi dallo scirocco autunnale. Strombazzò e quel rumore non suonò volgare, non mi venne da sibilarle smettila, fai piano, ci guardano.

 

 

 

 

Avete appena letto l’incipit di “ME 619753”, il racconto di Nadia Terranova che apre l’antologia  Quello che ho amato (Utet).

Nadia Terranova è nata a Messina nel 1978 e vive a Roma. Collabora con diverse testate fra cui “IL Magazine”, il mensile del “Sole 24 Ore”. Ha pubblicato cinque libri per ragazzi tra cui “Le nuvole per terra” (Einaudi Ragazzi, 2015) e “Bruno il bambino che imparò a volare” dedicato allo scrittore Bruno Schulz (Orecchio Acerbo, 2012, Premio Napoli, Premio Laura Orvieto, tradotto in Spagna e in Polonia). Ha esordito nel romanzo con “Gli anni al contrario”, uscito nel 2015 per Einaudi Stile Libero. E poi ha scritto questo racconto, che un po’ con quella storia c’entra.

 

Ecco dove potete trovate “Quello che ho amato”:

Amazon

IBS

la Feltrinelli

De Agostini Libri

Libreria Universitaria

Mondadori Store 

 

E qui, invece, trovate “Quello che ho amato” in versione ebook:  

.
Amazon

iTunes Libri

Google Play

Kobo