Crea sito

A presto.

ladies and gentlemen the fabulous stains

 

È stato bello occuparmi di Abbiamo le prove negli ultimi due anni.

 

Quando ho cominciato a pensarci, volevo leggere più nonfiction e volevo leggere più donne. Stavo cercando una cosa. Prima non c’era, allora l’ho fatta partire io. Eccola qui, la nostra storia delle origini. Non è stata più faticosa o più complicata di come la sto raccontando adesso.

Abbiamo le prove mi ha portato a conoscere alcuni di voi, a leggervi con l’attenzione che meritavate. Mi ha aiutato moltissimo nel momento in cui Il corpo non dimentica arrivava in libreria, e nel momento in cui avevo il desiderio di seguire, da editor, la nonfiction narrativa di altri autori. Senza la libertà di questo spazio, non ci sarebbe stata questa antologia.

Non riesco a immaginare un momento migliore di questo per salutarvi.

 

Abbiamo le prove si ferma per un po’: tutto rimane online, ma se volete leggere materiale nuovo potete tornare qui il 21 marzo, quando il progetto sarà curato da un nuovo gruppo di persone.

Sarà sempre una piccola rivista, ma sarà molto diversa da quella che avete letto fino a qui – almeno, lo spero. Sono felice di aver fatto partire una cosa: sono molto felice di aver incontrato le persone adatte a farla crescere, adesso. La cosa va avanti. La cosa cambia.

Divertitevi.

 

 

 

Violetta Bellocchio è l’autrice di “Il corpo non dimentica” (Mondadori, 2014), che fino a prova contraria resterà il suo libro migliore. Ha fatto parte di “L’età della febbre” (minimum fax, 2015). Ha curato l’antologia di nonfiction “Quello che hai amato” (Utet, 2015). La potete trovare su Twitter.